Amici di Viaggio

Aggiornato il: mar 15

Rubrica di viaggi a cura di Anna Meola



Bell'Italia - Le 5 città da visitare in un week-end autunnale.

Parlare del nostro amato paese in questo momento delicato e duro, non è un caso.

Per non dimenticare quanto fantastica sia la nostra bellissima Italia, un Paese ricco di storia e di paesaggi incantevoli, in cui 5 città meravigliose spiccano per fascino e attrazioni.



Quali?

Oggi voglio aggiungere qualche città alla tua lista di luoghi da visitare almeno una volta nella vita nel periodo autunnale.

Sono 5 città italiane affascinanti, con il vantaggio di essere visitate in un solo week-end!

Sono eccezionali e meravigliose, sapranno regalarti un fine settimana davvero unico.


SCOPRIAMOLE INSIEME


- MATERA, la città dei Sassi;

- GENOVA, la Superba;

- MANTOVA, la culla dei Gonzaga;

- MODICA, la città delle 100 chiese;

- PERUGIA, la città del cioccolato.



Sei pronto a partire? Hai preso tutto?

Allora andiamo!

1. MATERA - detta anche: "La città dei Sassi".

Una piccola città, ma tra le più antiche del mondo; la meno conosciuto.

La sua prima notorietà grazie a "The Passion" di Mel Gibson. Il film è stato girato a Matera nel 2004 dove l'attore e Regista aveva esplicitamente deciso di girare il suo film tra i Sassi. Ma questo è solo uno dei più famosi film girati a Matera, la quale ne vanta ben altri 14!

Poi nel 2019 Capitale Europea della Cultura.

Non aspettare altro tempo, e perditi tra le viuzze di questo incredibile museo a cielo aperto!

Matera nasce con queste semplici grotte che piano piano si popolarono e diventarono delle vere e proprie case.

Un week-end alla scoperta di questa meravigliosa città riportata a nuova vita: straordinarie grotte, gallerie d'arte, attività, eventi e ristoranti tipici!


Le cose più belle da vedere a Matera:

  • La città vecchia - stradine, cunicoli e viette di questa meravigliosa città dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall'UNESCO nel 1993. Nel Sasso Caveoso troverai le case-grotta ancora intatte, mentre nel Sasso Barisano potrai ammirare le botteghe degli artigiani che lavorano senza sosta. Ed eccoti alla Civita, la parte più antica della città. Cattedrale con il suo campanile, una chiesa con una facciata in stile romanico ed un imponente rosone si staglia sul punto più alto della città con una vista meravigliosa.

Possiamo deludere il palato?

Certo che no!


Cosa si mangia di buono a Matera:

  • Pane materano, il prodotto tipico della zona insignito della certificazione IGP (Indicazione Geografica Protetta). Croccante fuori e morbidissimo dentro.

  • Ciallèdd, un piatto povero della tradizione. Tra i suoi ingredienti principali: pane raffermo, patate, cipolle,erbette, fiori edibili.

  • Strazzate, biscotti dolci tipici di Matera e della Basilicata. Sono pasticcini a base di mandorle, con albume, zucchero, ammoniaca alimentare, limone grattugiato e a scelta scaglie di cioccolato fondente, caffè o liquore.



2. GENOVA - detta anche "La Superba.

La mia meravigliosa città nativa, è una delle Repubbliche Marinare, da sempre fulcro nevralgico del commercio e delle attività. Ricca di architettura, storia, arte, cultura, letteratura e musica.

Il centro storico di questa città è il più grande d’Europa e dal 2006 è diventato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Genova è famosa in tutto il mondo come la città di Cristoforo Colombo. Il grande navigatore, che nel 1492 scoprì l’America, è il più illustre dei Genovesi d’ogni tempo.

Non aspettare ancora ed immergiti in un tour colombiano con partenza dalla Casa di Colombo, situata a due passi da piazza Dante. Una foto e di obbligo, così come la visita al chiostro di Sant’Andrea adiacente. A pochi passi sorgono le torri di Porta Soprana, da cui partono le antiche mura oggi percorribili.


Cosa vedere ancora?

  • Galata Museo del Mare, il più grande museo marittimo del Mediterraneo. Grazie ai video, ricostruzioni, percorsi interattivi potrai immergerti in un’avventura davvero emozionante. Piacerà ai grandi ma anche ai bambini!

  • Acquario di Genova, una delle attrazioni principali di questa città. È il più grande acquario in Italia ed il secondo in Europa, dopo Valencia. Un percorso dove potrai ammirare oltre 12.000 esemplari di 600 specie diverse in 70 vasche espositive... meduse, foche, delfini, squali, pinguini e molto altro!

  • Porto Antico e la Lanterna, l’anima di Genova con il suo faro (ma attenzione: lo lo chiamate così in presenza dei genovesi), icona della città. È il terzo faro più antico del mondo ad essere ancora attivo.

  • Piazza De Ferrari, cuore pulsante della città. È la piazza principale di Genova ed ospita una meravigliosa fontana in bronzo. Basta alzare gli occhi al cielo per vedere il Palazzo Ducale, il Teatro Carlo Felice e moltissimi altri edifici storici.

Le prelibatezze culinarie di Genova:

  • Focaccia genovese è la "perla" tipica di questa città. Viene mangiata a qualsiasi ora del giorno: colazione, pranzo, merenda e cena. Le principali varianti sono due: all’olio o al formaggio.

  • Pansoti al sugo di noci, pasta fresca ligure simile ai ravioli. La tradizione li vuole conditi con il pesto o con il sugo di noci. Sono ripieni di preboggion, un mix di erbette tipiche che crescono nella zona come bietola, borragine, ortica, prezzemolo, ecc.

  • Farinata, lo street food per eccellenza. Una torta salata sottile fatta da un impasto di farina di ceci stemperata con acqua, olio e sale e cotta nel forno a legna.



3. Mantova - setta anche la la culla dei Gonzaga.

E' la cuttà perfetta dove trascorrere un week-end. Una piccola bomboniera della Lombardia tutta da scoprire!

La città dei Gonzaga, che divennero Duchi di Mantova e la riportarono a nuova vita. Un vero gioiello del Rinascimento Italiano che racchiude bellezze artistiche e paesaggistiche. Città d'arte, un'idea meravigliosa di viaggio!


Dove vivere le principali emozioni indimenticabili?

  • Palazzo Ducale, monumento principale della città e residenza ufficiale dei Gonzaga. Un palazzo gigante di oltre 500 sale e più di 30.000 m2 di superficie.Castello San Giorgio, un must da non perdere e simbolo della potenza dei Gonzaga in questa città. Il castello è arricchito da moltissimi affreschi. Qui potrai ammirare la famosa Camera degli Sposi del Mantegna.

  • Palazzo Te, una tappa obbligatorio per gli amanti della storia. Ti sembrerà di rivivere in un’epoca fatta di lusso e sfarzo, grandi saloni, giardini immensi, scuderie e scorciatoie e passaggi nascosti.

Delizie mantovane per il palato:

  • Tortelli di zucca alla mantovana, fanno parte della cucina tipica dell’Italia Settentrionale. È una pasta fresca ripiena di zucca, mostarda, amaretti e Parmigiano Reggiano: un accostamento azzardato, un equilibrio perfetto tra dolce e amaro capace di incantare anche i palati più difficili.

  • Stracotto d’asino, carne d’asino ma anche carne di manzo che viene tagliata in piccoli bocconcini, marinata a lungo nel Lambrusco e poi stufata fino a diventare morbidissima (stracotta appunto!). Viene servita come salsa per la pasta o accompagnata da polenta.

  • Sbrisolona, dolce tipico della città ,ideale per essere inzuppato in un buon bicchiere di vino dolce. Una torta dura, friabile e dal sapore intenso con burro, uova mandorle, farina, farina di mais, vaniglia, ecc.



4. MODICA - detta anche la città dalle 100 chiese.

«… Modica. Sentieri velati da un tratto di eterno: basole fra scorci di storica passione; a passi tardi rinvengo in cor mio, nascituro sguardo che soave m'attrista…»

(S. Quasimodo)

Città barocca della Val di Noto, una delle più pittoresche della Sicilia.

Modica si trova nel sud est dell'isola e fa parte delle città patrimonio mondiale UNESCO dal 2002. Si tratta di una città di origine neolitica, capitale di un’antica e potente Contea, che vanta un ricco repertorio di specialità gastronomiche, oltre a un grande patrimonio artistico e culturale. Oggi è nota soprattutto per la produzione del tipico cioccolato di derivazione azteca. E' una città dal passato importante ed era antica capitale di una Contea. Di stampo barocco, fu distrutta dal terremoto del 1693 ed oggi è una città Patrimonio dell'Umanità.

Non lasciarti scappare questa incantevole cittadina ed ammira bellezza e tradizione

Approfitta per conoscere più da vicino questa incantevole cittadina ed ammirare bellezza, tradizione, architettura, storia e gastronomia!


Dove perdersi nel suo fascino?

  • Castello dei Conti, sede del potere politico e amministrativo della città. La sua posizione lo rendeva inespugnabile: circondato da spesse mura che terminavano con delle torri e due dei tre lati costituiti dalle pareti rocciose del promontorio su cui svetta.

  • Chiesa di San Giorgio, 250 gradini che ti conducono a questa meravigliosa chiesa con la sua imponente facciata.

  • Centro storico, lasciati conquistare da queste stradine in salita ed ammira Modica dall'alto. Tutto il centro storico è ricco di bellezze architettoniche da scoprire.

Un salto nelle cucine di Modica:

  • Cioccolato di Modica, dal 2018 questo cioccolato ha ottenuto il prestigioso riconoscimento IGP. Un sapore e una consistenza unica, una particolare lavorazione “a freddo”, friabile, granuloso e dal colore nero scuro... queste sono solo alcune della caratteristiche che l’hanno reso popolare e conosciuto in tutto il mondo.

  • Scaccia, specialità della provincia. Una sfoglia di pasta di grano duro ripiena lavorata fino a diventare molle e ripiegata su sé stessa. Per quanto riguarda i condimenti ci sono diverse scuole di pensiero: pomodoro, ricotta, caciocavallo, salsiccia, melanzane, cipolle… e chi più ne ha, più ne metta!

  • Cucche, una striscia di pasta di pane arrotolata a forma di girella, farcita con caciocavallo e salsiccia e messa in forno. Una deliziosa merenda super calorica.



5. PERUGIA - detta anche la città del cioccolato.

Perugia è un piccolo gioiello che si dischiude pian piano davanti agli occhi dei visitatori. La cittadina umbra custodisce tesori artistici e monumentali che ne testimoniano il ricco passato e rendono giustizia al primato culturale del nostro Paese.

Perugia, la città della cioccolata, è la meta ideale per una gita fuori porta.

Perditi tra le stradine ed i vicoletti stretti, ammira le piazze meravigliose e guarda la città dall'alto grazie ai punti panoramici.


Cosa ammirare a Perugia:

  • Fontana Maggiore, datata 1278, con la Piazza IX Novembre, il salotto buono della città. La fontana, una delle più belle fontane medievali rimaste in Italia, venne progettata nel duecento dai fratelli Pisano ed è in pietra rosa e bianca.

  • Palazzo Priori, ospita la Galleria Nazionale dell’Umbria ed è sede del Comune di Perugia. Qui potrai ammirare opere d’arte del Pinturicchio, Perugino, Piero della Francesca, Raffaello e molti altri dei secoli XIII e XIV.

  • Museo Storico Perugina, per tutti gli amanti del cioccolato e non solo! Un tour alla scoperta del cioccolato più famoso: un secolo di storia tra fotografie, video, attrezzature, macchinari... e per finire una visita alla fabbrica o al laboratorio con la Scuola del Cioccolato!


Ho voglia di mangiare qualcosa di tipico perugino:

  • Strangozzi, pasta fresca lunga simile alle fettuccine e condite solitamente con tartufo o alla norcina (con salsiccia sbriciolata, tartufo e panna fresca).

  • Torta al testo, una focaccia schiacchiata nata da una ricetta antichissima come alternativa al pane. Può essere al naturale oppure farcita con salsiccia, porchetta, verdure, stracchino o rucola.

  • Palombacci alla perugina, piccioni selvatici aromatizzati e avvolti in fette di prosciutto per poi essere cucinati in recipienti di terracotta con aglio e alloro, bagnati con aceto e cotti nel brodo tiepido.

  • Brustengolo, dolce tipico di Perugia con farina di mais e frutta secca (noci, nocciole, pinoli, uva sultanina e anche fichi secchi).


Sarà bellissimo - trascorso questo periodo - riassaporare le uscite e perchè no, proprio in una di queste meravigliose città!

Non te ne pentirai!


Lascia un tuo commento, la tua opinione - dopo la lettura - è prezioso!


Anna Meola


#viaggi #bellaitalia #valigiasemprepronta #vogliadiviaggiare #genova #modica #mantova #matera #perugia #bussola

8 visualizzazioni

Sostienici!

IT 35 N 01030 71160 000001775744 

Sede Legale

Via Vincenzo Bellini 

56028 San Miniato Loc. San Donato (PI)

C.F. 91048370489

E-mail: associazione@emisferodestro.org

Pec: emisfero.destro@pec.it

Cel. 370 3762526

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter ed essere aggiornato sulle nostre iniziative. Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali secondo il d.lgs 636.

  • Facebook Basic Black
  • Black Instagram Icon

© 2018 by Associazione Culturale Emisfero Destro. Proudly created with Wix.com