Amici di viaggio

Rubrica di viaggi a cura di Maria Grazia Lombardo

Tellaro, il Borgo amato dai poeti

Carissimi amici,

ancora un borgo molto suggestivo! Oggi andremo a TELLARO, tra i Borghi più belli d’Italia: è un borghetto marinaro arroccato su una scogliera, nel comune di Lerici, in provincia di La Spezia. Per raggiungerlo si percorre una via panoramica affacciata sul mare partendo da Lerici passa da Maralunga e poi da Fiascherino. I più avventurosi possono scegliere uno dei tanti sentieri, nascosti tra la natura aspra, che partono dai Borghi sovrastanti che scendono verso il mare. Un paesaggio da favola: viuzze strette e intrecciate, casette colorate, la storia che incontra la cultura e dà vita a splendide tradizioni, come quella del 24 dicembre, quando si svolge IL NATALE SUBACQUEO: trasportata da un gruppo di sub, la statua del Bambino Gesù emerge dalle acque per poi essere depositata in una mangiatoia, con sullo sfondo la luce di 8000 lumini e fuochi d’artificio nel cielo.

La seconda domenica di agosto, LA SAGRA DEL POLPO rende omaggio a una leggenda. Si racconta che, nel medioevo, un polpo gigante abbia salvato Tellaro dall’attacco dei saraceni, suonando le campane della chiesa di San Giorgio, patrono del paese. Questo mix di leggende, storia e natura ha reso il borgo famoso tra gli artisti. Lo scrittore giornalista Mario Soldati scelse di trascorrere qui la sua vecchiaia, Eugenio Montale vi si fermò durante un viaggio in treno e dedicò al paese una poesia. Qui infatti, pittori e poeti, italiani e stranieri amano venire per qualche giorno o per un po’ di tempo conquistati dalla bellezza di un luogo tanto antico. Un altro appuntamento estivo è il BORGO FATATO a fine luglio, si respira aria fiabesca, i suoi vicoli e le sue piazzette si animano di fate, principi, folletti e streghe impegnate a realizzare misteriose pozioni, ci sono anche donne vestite in abiti tradizionali che lavorano la lana. La storia di Tellaro inizia nel 1300: nei villaggi vicini si diffuse un’epidemia di peste, i sopravvissuti si stabilirono qui in quest’angolo del Golfo dei Poeti. Il Borgo servì a controllare gli invasori che arrivavano dal mare, ancora oggi si possono ammirare le mura che circondano le case, due delle tre Torri di avvistamento costruite per lo scopo (una si trova all’interno dell’ORATORIO DI SANT MARIA, l’altra è oggi il campanile della Chiesa di San Giorgio. Da quest’ultima si può raggiungere una spiaggia dotata di porticciolo e di una scogliera perfetta per prendere il sole.

Percorsi pedonali conducono alle spiagge, libere e attrezzate, di Fiascherino, durante l’estate si può arrivare in traghetto a Punta Corvo, Punta Bianca e Bocca di Magra. Tutto è da osservare con attenzione e con piacere: le case, le finestre, le porte, le targhe che indicano il nome delle vie, scendendo verso il mare fino al suo piccolo ma attrezzato porticciolo.

CHIESA DI SAN GIORGIO del XVI secolo, sulla scogliera del borgo, legata alla leggenda del Polpo, è un gioiello alla marina, confina con il mare tramite l’abside e la torre campanile, organo a canne presumibilmente dell’800, pannelli decorati infissi sulla balaustra della cantatoria del 500, pavimento dell’aula in marmo di Carrara. ORATORIO DI SANTA MARIA IN SELAA, risale al seicento, ricavato da una parte delle antiche fortificazioni. La parte più bella è la facciata, nonché il terrazzo che si apre dinnanzi offre una splendida vista sul mare. Oggi è divenuto sede di mostre temporanee ed è uno dei luoghi deputati alla celebrazione dei matrimoni civili. CHIESA DI SANTA MARIA STELLA MARIS, domina il paese nella parte più alta.


Tellaro è un punto di partenza per belle camminate e “scarpinate” lungo i molti sentieri presenti nel parco di Montemarcello come la famosa Trasumanza di collegamento tra il borgo e Ameglia. PIAZZA DELLA MARINA è il cuore del centro storico del paese, si affacciano ristoranti e osterie che durante la bella stagione posizionano i tavoli all’aperto permettendo di cenare in una cornice unica. Nella parte orientale della piazza si notano due grosse vasche ricavate nella pietra. Un tempo sfruttando il corso di un piccolo torrente, erano utilizzate come lavatoio pubblico. Sul versante opposto, la piazza dà sullo scivolo per l’ingresso in acqua delle piccole barche da pesca. Da questa parte un breve percorso pedonale che segue il profilo della costa per qualche decina di metri, giungendo dinnanzi a un grosso scoglio adagiato a pochi metri dalla riva chiamato GRO’. PIAZZALE PANORAMICO dedicato a Eoa Rainusso (poetessa locale) prima vista panoramica sul borgo. GALLERIA SOTTORIA, una galleria alla base dei variopinti palazzi che danno sulla piazzetta e sul porto.

Questo paesaggio costituiva il muro di cortina della fortezza ed era parte del cammino di ronda di Tellaro, dai suoi finestrini (ne sono tuttora presenti 17) era possibile avvistare per tempo le navi nemiche in avvicinamento in modo da potersi organizzare per la difesa. Il tratto della Sotto-ria oggi rimanente è lungo una settantina di metri e largo poco più di due. Presenta una caratteristica volta a botte, sulla pavimentazione un mosaico di ciottoli che compongono semplici figure geometriche. Vi si accede attraverso un cancello settecentesco, situato in prossimità della Chiesa di San Giorgio.

Il prodotto per eccellenza è l’olio visto che Tellaro è interamente coperto da uliveti. Il piatto tipico del borgo è il polpo con tutte le ricette imperniate su questo mollusco. Oltre al polpo “all’inferno” (alloro, peperoncino e pomodoro) c’è quello alla “tellarese” ossia lessato e condito con olio del posto, olive snocciolate, un trito di aglio e prezzemolo, sale, pepe e succo di limone. Tipica la focaccia dolce con uvetta, pinoli e canditi, più morbida della nota focaccia genovese.

Termina qui la nostra gita, alla prossima settimana.

Maria Grazia Lombardo


Lascia un tuo commento, la tua opinione - dopo la lettura - è preziosa!


#liguria#initerarinuovi#scoperete#bellaitalia#italianplaces#viaggio#travel#viaggiare#italia#viaggi#italy#travelphotography#travelgram#trip#instatravel#photography#travelblogger#vacanze#wanderlust#travelling#mare#picoftheday#turismo#vacanza#love#photooftheday#voyage#holiday#traveling#instagood#viaggiaresempre#nature#inviaggio #bhfyp#tigullio


5 visualizzazioni

Sostienici!

IT 35 N 01030 71160 000001775744 

Sede Legale

Via Vincenzo Bellini 

56028 San Miniato Loc. San Donato (PI)

C.F. 91048370489

E-mail: associazione@emisferodestro.org

Pec: emisfero.destro@pec.it

Cel. 370 3762526

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter ed essere aggiornato sulle nostre iniziative. Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali secondo il d.lgs 636.

  • Facebook Basic Black
  • Black Instagram Icon

© 2018 by Associazione Culturale Emisfero Destro. Proudly created with Wix.com