Amici di viaggio

Rubrica di viaggi a cura di Maria Grazia Lombardo

Vi piacciono i feudi? Allora, pronti per andare ad Ameglia?


Vi piacciono i feudi? Che storia! Gli antichi Feudi!

Bene, questa settimana vi voglio portare proprio in uno di quelli. Si tratta di AMEGLIA con le sue Frazioni BOCCA DI MAGRA, FIUMARETTA, MONTEMARCELLO e PUNTA CORVO.


Siamo nella provincia di LA SPEZIA, riviera del levante ligure. Questo paese sorge su un colle, 89 m. s.l.m., offre scorci unici, angoli suggestivi colorati dal fiorire della bouganville e dalla pianta del cappero che cresce tra i muri che portano il segno del tempo. Abitato già nel IV secolo, a.C., è meta di turismo per chi ama i piccoli borghi antichi. Caratteristica sono i vicoli, piccoli archi, piazzette, una chiesa nel centro storico dedicata a San Vincenzo, edificata ne. XV secolo, sui resti di una costruzione anteriore e l’ORATORIO di NOSTRA SIGNORA ASSUNTA del VIII secolo un imponente castello domina il paese. Costruito nel 1174 era proprietà dei Vescovi di Luni, è stato sede del palazzo comunale fino al 31 marzo 2008. La sua torre circolare di difesa risale circa al X – XI secolo. Il Vescovo-conte vi risiedeva con una piccola corte, amministrando la giustizia e promulgando leggi. Come feudatario aveva intorno al suo castello piccole abitazioni dove viveva la popolazione, strette l’una all'altra, come cinte murarie immerse nell'ombra degli stretti vicoli nella parte inferiore.

Ameglia

Si presenta in ottimo stato, anche se modificato nell'arco degli anni, in origine era circondato da un fosso senza acqua, a scopo di difesa insieme alle mura ancora oggi visibili. Aveva due piani, la parte più alta chiamata “cassero” era delimitata dalle merlature e aveva percorsi che arrivavano fino alla torre. Oggi si può ammirare un bellissimo roseto e il mosaico centrale in un’atmosfera di altri tempi. La torre permette una veduta a 360° del territorio circostante che va dalla strada che conduce vicino alla Frazione di MONTEMARCELLO, alla vista della foce del fiume MAGRA e a quella incantevole delle ALPI APUANE. Dopo il periodo dei Vescovi Conti passerà nelle mani della famiglia DORIA, nel 1321 il borgo venne occupato insieme ad altre terre della LUNIGIANA da CASTRUCCIO CASTRACANI, condottiero lucchese. Dopo la sua morte iniziarono i contrasti tra i DORIA e la REPUBBLICA DI GENOVA, nel 1410 venne ceduto a CORRADO DORIA per quattro anni, poi passò alla famiglia FREGOSO fino al 1457.

Ameglia

Nel 1460 venne occupato dagli SFORZA che lo tennero fino al 1592, infine fu trasferito alla Repubblica di Genova che amministrò il paese fino all'Unità d’Italia. Dal 2012 il castello viene messo a disposizione per cerimonie, matrimoni, manifestazioni culturali, feste di compleanno e visite guidate su prenotazione.


A testimonianza dell’epoca preromana c’è la NECROPOLI DI CAFAGGIO (visitabile su prenotazione). Ameglia è un comune inserito nel PARCO NATURALE REGIONALE DI MONTEMARCELLO MAGRA, posto tra il confine tra la LUNIGIANA e la TOSCANA, incorniciato dalle ALPI APUANE, un tempo abitato da pescatori e agricoltori, ha le caratteristiche tipiche dei centri liguri di origine feudale, con case alte e strette che formano un insieme compatto. Fu importante località romana grazie al porto di LUNI, emporio commerciale sul Tirreno. L’abitato conserva una torre, tratti della cinta muraria e un palazzo podestarile, oggi sede comunale.

Fiumaretta

La frazione di FIUMARETTA con le sue spiagge sabbiose, è una nota stazione balneare. BOCCA DI MAGRA è dotata di un moderno porticciolo turistico e in questa frazione vi sono i resti di una Villa marittima romana edificata tra il I e IV secolo, a.C. Ammiriamo anche il MONASTERO DI SANTA CROCE DEL CORVO - fondato nel 1176 dal Vescovo Pipino - conserva nell’antica cappella un crocifisso ligneo del 1100. Si racconta che vi soggiornò Dante durante l’esilio. Inoltre, ospita alcune attività del CENTRO LUNIGIANESE di studi Danteschi.


Ci sono possibilità di trekking ed escursioni (anche in battello) all’interno del Parco Regionale di Montemarcello Magra.

Da non perdere il PARCO D’ARTE AMBIENTALE LA MARRANA di Montemarcello, luogo incantato ad essa dedicato che fa comprendere l’amore per l’arte e la natura. All’interno si trova una villa in mezzo al verde incontaminato, circondata da un parco pieno di opere d’arte. Un percorso da fare con una guida per apprendere tutte le informazioni inerenti. Ci sono numerose panchine lungo il tragitto che permettono di sedersi e ammirare le bellissime opere ispirate al paesaggio, tali opere sono state commissionate dai proprietari, appassionati d’arte contemporanea, ad autori di fama. Non sempre è consentito l’accesso al pubblico quindi bisogna organizzare dei gruppi guidati, ne vale molto la pena!


Altro luogo da visitare è senza alcun dubbio la spiaggia di PUNTA CORVO, per raggiungerla bisogna affrontare una camminata che può non risultare facile per tutti, quindi bisogna armarsi di almeno un paio di scarpe da ginnastica per accedervi. Dopo un primo tratto panoramico inizia una ripida discesa tra le rocce, l’area è ricoperta da vegetazione e le radici delle piante, con l’aiuto di alcuni gradini di legno realizzati artificialmente, rendono più facile il cammino formando una salinata di circa 700 scalini non sempre provvista di corrimano: la bellezza della spiaggia ripaga la faticosa discesa. La sabbia è formata da minuscoli sassolini grigi che creano un colore uniforme scuro, è abbastanza ampia da permettere ai bagnanti di stare in completo relax anche quando la marea è alta e la scogliera offre riparo dal vento. Per gli amanti degli scogli, facendo la dovuta attenzione per il pericolo che comportano, scivolosità e a volte tratti taglienti di roccia, è possibile sedersi con le gambe a penzoloni sul mare a parecchi metri dall’acqua: lo spettacolo è mozzafiato! Si sentono le onde scontrarsi con la terra a piena potenza, una forza impressionante che dà la sensazione di sentire vibrare la pietra.

Fiumaretta

Nel 2003 questa spiaggia è stata premiata da LEGA AMBIENTE inserendola nelle 11 più belle spiagge d’Italia, è la più estesa tra le tante insenature costiere. Per chi non ama camminare la si può raggiungere anche in barca con il servizio in funzione in primavera e in estate con partenza da bocca di Magra e Fiumaretta, la durata è di circa 15 minuti. Partendo da Bocca di Magra durante la navigazione oltre al Monastero di Santa Croce sul Corvo, si può ammirare lo scoglio detto “ROCCA GROSSA” e la “TANA DEL SERPENTE” un anfratto creato dal mare, dove si narra vivesse un terribile serpente marino, si ammira “PUNTA BIANCA” con i suoi bianchi scogli e l’omonima spiaggia arrivando infine a Punta Corvo.

Per quanto riguarda gli eventi abbiamo l’OMO ARBOZO è una manifestazione che si tiene l’ultima domenica di carnevale legata alla tradizione quattrocentesca di gettare nel pozzo il primo forestiero che venisse trovato nell’impossibilità di pagare il dazio. Maschere e personaggi storici si raccolgono per quella che è ormai una rappresentazione teatrale a cielo aperto tra le strade e le piazze del paese. Il 17 marzo c’è la FESTA DI SAN PASQUALE il patrono del borgo.

Punta Corvo

Tra i piatti tipici troviamo ACCIUGHE FRITTE AL FINOCCHIO – ARTICIOCCHE (carciofi) ALL’INFERNO – BURIDDA DI PESCE COL RISO – CAPPON MAGRO – FOCACCIA AL FORMAGGIO – RISO CASTAGNE E LATTE – SALSA DI NOCI – TROFIE DI FARINA DI CASTAGNA, piatti accompagnati dai vini tipici: SCIACCHETRA’ (piacevolmente dolce ma non stucchevole) il Bianco COSTA MARIA e il SARTICOLA.



Prodotti tipici: FUNGHI dell’alta valle del Magra, CASTAGNE da cui si ricava la preparazione delle “lasagne bastarde” la “pattona” e gli “gnocchi mesci”. “TESTAROLI” (preparazione semplice farina, acqua e poco altro) naturalmente con pesto ligure e i “panigacci”. Non dimentichiamo l’OLIO DI OLIVA DELLA RIVIERA DI LEVANTE DOP”, i tipici FAGIOLI MESCIUA, piatto povero della cucina spezzina. I fichi chiamati “BINEI”, salumi e formaggi, pecorino, caciotta, mortadella e filetto. MIELE DI PROPOLI, MELATA, MILLEFIORI, ERICA, CASTAGNO e ACACIA.


Anche oggi il nostro viaggio è terminato vi saluto e vi aspetto la prossima settimana.

Maria Grazia Lombardo

Lascia un tuo commento, la tua opinione - dopo la lettura - è preziosa!

#liguria#initerarinuovi#scoperete#bellaitalia#italianplaces#viaggio#travel#viaggiare#italia#viaggi#italy#travelphotography#travelgram#trip#instatravel#photography#travelblogger#vacanze#wanderlust#travelling#mare#picoftheday#turismo#vacanza#love#photooftheday#voyage#holiday#traveling#instagood#viaggiaresempre#nature#inviaggio #bhfyp

7 visualizzazioni

Sostienici!

IT 35 N 01030 71160 000001775744 

Sede Legale

Via Vincenzo Bellini 

56028 San Miniato Loc. San Donato (PI)

C.F. 91048370489

E-mail: associazione@emisferodestro.org

Pec: emisfero.destro@pec.it

Cel. 370 3762526

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter ed essere aggiornato sulle nostre iniziative. Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali secondo il d.lgs 636.

  • Facebook Basic Black
  • Black Instagram Icon

© 2018 by Associazione Culturale Emisfero Destro. Proudly created with Wix.com